Slot free: l’iniziativa del circolo “Don Renato Zermani”

Ragazzi ed adulti, in tanti sono stati coinvolti nel progetto del circolo ACLI “Don Renato Zermani” di Bosco dei Santi – Mortizza sul tema della prevenzione al gioco d’azzardo patologico e per l’educazione alla legalità“ realizzato grazie ai fondi regionali con i quali il comune di Piacenza ha finanziato 3 progetti sul territorio. Dallo spettacolo “Gran casinò” passando per una serie di incontri rivolti a giovani e adulti, fina ad arrivare all’apertura di una sportello informativo, ma anche momenti conviviali e di gioco: la risposta è stata positiva e numerosa. La proposta progettuale era finalizzata alla prevenzione del gioco d’azzardo patologico nelle diverse fasce d’età aumentando la consapevolezza nella popolazione di questo fenomeno e fornendo strumenti utili che aiutano a prevenire comportamenti di gioco problematico e patologico. In particolare si è cercato: di sensibilizzare giovani e adulti sulla tematica del gioco d’azzardo patologico; di incrementare la conoscenza delle problematiche (psicologiche, sociali, economiche, legali) ad esso correlate; di illustrare i processi mentali che si attivano nel gioco d’azzardo patologico; di favorire la consapevolezza sulla propria vulnerabilità al problema; di fornire strategie di prevenzione e comportamenti protettivi; di individuare possibili soluzioni di gestione per le persone coinvolte. Se si assiste in Italia al proliferare di iniziative di contrasto al gioco d’azzardo, come i limiti delle distanze dalle sale gioco dai luoghi sensibili, la riduzione degli orari di apertura o gli incentivi ai commercianti che tolgono le macchinette dai loro locali, indispensabili sono i progetti di sensibilizzazione, che vengono però attuati in modo ancora insufficiente e frammentato

Roberto Agosti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *